Cossu fa tornare il sorriso al Cagliari: Palermo battuto ai rigori

Senza categoria

Mia Immagine

Di Nanni Boi

Finalmente Cagliari. La vittoria col Palermo , seppure ai rigori (5-3 dopo l’1-1) non e’ importante solo per ribadire le gerarchie fra i rossoblu e i rosanero che sono scesi nella categoria inferiore, ma serve per riportare la tranquillita’ in un ambiente che con i risultati negativi sicuramente non poteva divertirsi.

Mia Immagine

Curioso come a segnare il gol decisivo dal dischetto sia stato Andrea Cossu, uno dei giocatori piu amati dai tifosi rossoblu. A sbloccare la situazione al 46′ di un primo tempo sonnacchioso e infinitamente lungo, è stata una pregevole giocata di Barella che dal limite ha liberato sulla sinistra Joao Pedro per la conclusione a rientrare rasoterra sulla quale non e’ arrivato Posavec.

Considerato che siamo in un periodo in cui si e’ alla ricerca della migliore condizione, si attende qualcosa di più dalla regia di Cigarini, il cui scarso dinamismo spesso lo ha costretto a liberarsi in fretta del
pallone con passaggetti scontati di pochi metri per il costante arrivo di un avversario. Mentre Jonita e’ sembrato già in forma campionato (almeno per i primi 70′), hanno faticato a trovare la posizione lo stesso match winner Joao Pedro e Farias. Quest’ultimo ha avuto il grande merito di dare a Farago’ un pallone bellissimo per il raddoppio, ad inizio ripresa, ma l’ex novarese, che ha poi regalato ad Aalesami la palla dell’assist per il facile pareggio di Lagumina, ha sbagliato da pochi passi. Dopo il pareggio il Palermo di Tedino grazie anche ai nuovi innesti (Gnahore oltre allo stesso Lagumina) ha mostrato piacevoli trame di gioco dopo un primo tempo tutto votato alla difensiva. Rastelli a 12′ dalla fine ha inserito allora Sau al posto di Joao Pedro e all’83 Cop per Borriello. Ma nulla e’ cambiato e le squadre sono andate ai supplementari.

Rastelli evidentemente non considera molto Cossu se aspetta sino al minuto 101 per metterlo in campo. E non al posto dello spento Cigarini per evitare evidentemente pericolosi dualismi, ma in luogo di Jonita. Le emozioni comunque non abbondano. Nel primo tempo supplementare Cragno respinge in mezzo all’area una punizione di Jajalo e nel secondo Posavec dice no a un tiro di Farias che sembrava ormai destinato in rete. Si va ai rigori. Sbaglia Jajalo, Cigarini-gol, parata di Cragno su Aleesami, Cop-gol, Struna-gol, Sau-gol, La Gumina,
Cossu-gol. Prossimo turno: a novembre il Cagliari ricevera’ il Pordenone.

Mia Immagine