Olbia. Sanità, Fsi denuncia: “interinali al posto dei vincitori del concorso”

Senza categoria

Mia Immagine

Olbia, 28 giugno 2017 – La Federazione Sindacati Indipendenti, rappresentata in Gallura da Mariangela Campus (Segretaria Territoriale) e Vito Langiu (Responsabile di Olbia), torna a criticare la Assl di Olbia in merito al personale in uso nelle strutture galluresi.

Anche la Assl di Olbia non fa eccezione e segue la regola che le graduatorie costituite da regolari vincitori di concorso debbano restare bloccate e che a lavorare invece siano gli interinali assunti a tempo determinato – dicono Mariangela Campus e Vito Langiu -. Uno scandalo che incide pesantemente sulle casse dell’ente e che ci ha spinto a scrivere una lettera urgente all’Assessore regionale alla Sanità ed ai vertici della sanità Gallurese per evidenziare l’assurda situazione“.

Mia Immagine

La Federazione Sindacati Indipendenti – si legge nella lettera scritta dalla Fsisegnala alle SS.LL. l’irrazionale gestione delle risorse e il modus operandi antieconomico della ASSL Olbia in cui operano presso il CUP poco meno di una decina di Assistenti amministrativi e un Coadiutore amministrativo interinali in scadenza al 30 giugno (nonostante vi sia graduatoria ancora in vigore del 2009, Delibera n°957 del 09/10/2009, dalla quale poter attingere). Inoltre, all’ufficio ticket di Olbia operano due OSS, una ostetrica (sottratta alle attività di reparto) e tre coadiutori amministrativi di categoria B che per qualifica non possono maneggiare denaro“.

Il sindacato, nella missiva, entra nel merito della questione: “Si ricorda peraltro che, alcuni di questi idonei inseriti in graduatoria, hanno già lavorato all’interno dell’azienda sanitaria con contratti a tempo determinato e sono, pertanto, risorse già formate. Nulla si avrebbe da eccepire se l’uso del personale in somministrazione non perdurasse nel tempo assumendo carattere di continuità. Invece, palesa un’esigenza che nulla ha a che vedere con lo spirito che sottende al lavoro interinale – ovvero far fronte a situazioni di necessità ed urgenza per brevi periodi – e ciononostante si ricorre ad esso in luogo dello scorrimento delle graduatorie di concorso. Il lavoro interinale costa più del personale da assumere tramite scorrimento di graduatorie già esistenti (quasi il costo di un dirigente), pertanto, ci si chiede che logica ci può essere nel perseguire questi comportamenti“.

Il sindacato invita, dunque, l’Azienda Sanitaria a utilizzare le graduatorie: “Questa situazione sembra, peraltro, decisamente incongruente con lo spirito della legge D’Alia. Si continua ad eludere l’uso delle graduatorie concorsuali, cosa ancor più grave se si pensa che in queste graduatorie è presente anche personale che ha già lavorato all’interno dell’azienda sanitaria e può ritenersi tanto formato quanto quello che si vuol reperire a costi maggiori tramite agenzie interinali. Assodato questo, la Federazione Sindacati indipendenti invita formalmente ad utilizzare la graduatoria della ASSL Olbia per l’assunzione di Amministrativi a tempo indeterminato soprattutto alla luce del fatto che la ASSL di Olbia si è rifiutata di fornire la graduatoria dal numero utile alla ASSL di Lanusei, che ne faceva formale richiesta, sostenendo l’esistenza di una graduatoria unica regionale e penalizzando in tal modo le 12 persone disoccupate inserite nella graduatoria. Pertanto l’FSI sollecita e chiede che alla scadenza della convenzione del contratto dei dipendenti assunti tramite l’agenzia interinale, il personale amministrativo da destinare al CUP venga attinto dalle graduatorie ancora in vigore in considerazione del fatto che mancano una decina di persone per chiudere la graduatoria“.

L’articolo Olbia. Sanità, Fsi denuncia: “interinali al posto dei vincitori del concorso” sembra essere il primo su Olbia.it – Notizie Olbia e Sardegna.

Mia Immagine