Torres-Renate: 0-1

Senza categoria

Mia Immagine

TORRES: Costantino, Aya, Imparato, Giuffrida, Marchetti (dal 37’ Funari), Migliaccio (dal 27’ st Rubino), Buonaiuto (dal 21’ st Marinaro), Foglia, Scotto, Maiorino, Baraye. A disp.: Testa, Cerone, Bottone, Petermann. All. Bucchi.

RENATE: Cincilla, Adobati (dal 6’ st Bonfanti), Iovine, Di Gennaro, Malgrati, Riva, Muchetti, Perini, Florian (dal 38’ st Scaccabarozzi), Chimenti, Spampatti (dal 21’ st Cocuzza). A disp: Vannucchi, Mantovani, Radrezza, Curcio. All. Boldini.

Mia Immagine

ARBITRO: Francesco Catona di Reggio Calabria
RETI: 37’ Spampatti
SPETTATORI: circa 1000

SASSARI. E’ un inizio di partita speciale, legato al ricordo e all’emozione per chi non c’è più, quello che va in scena alle 15 allo stadio Vanni Sanna. I giocatori della Torres e del Renate indossano la maglietta con le effigie del tecnico Vincenzo Cosco, scomparso ieri all’età di 51 anni dopo una durissima battaglia contro la malattia. Le note del pezzo “Sassari” dell’artista folk sassarese Giovannino Giordo, scomparso anche lui in settimana e che la Società ha voluto ricordare in questa giornata, hanno accompagnato la squadra mentre deponeva dei fiori sotto lo striscione dedicato al tecnico. Poi un minuto di silenzio per un ultimo saluto, prima dell’inizio delle ostilità in campo. La Torres indossa la maglia celebrativa che riproduce quella utilizzata nei campionati 87/88 e 88/89 e iniziano gli ultimi 90’ di questo campionato. La cronaca. Parte fortissimo il Renate. Al 4’ gol annullato a Florian che insacca di testa su cross di Cimenti ma non può gioire. Un minuto dopo Chimenti ancora pericoloso con una conclusione in corsa che sfiora il palo alla sinistra di Costantino. Ospiti che premono sull’acceleratore. Al 9’ Spampatti ha sui piedi la palla del vantaggio dopo una serie di contrasti in area ma spara alto. La Torres si fa viva al 20’ grazie ad una bella combinazione che mette Aya in buona posizione in area, il terzino sceglie il rasoterra al centro per Baraye che non trova il controllo, arriva anche Buonaiuto ma la difesa ospite libera. Al 26’ ci prova Scotto a deviare di testa su assist di Maiorino ma la palla termina a lato. Il Renate è aggressivo. La Torres tiene bene e prova a ripartire. Al 37’ gli ospiti passano. Spampatti tiene palla al limite, fa un passo e conclude con un rasoterra preciso con il pallone che si infila nell’angolino alla sinistra di Costantino. Al 41’ Ancora Renate vicino al gol con iovine che di testa può colpire da pochi passi, la palla è lenta e centrale e Costantino para facilmente. Nella ripresa stesse squadre in campo ma al 6’ il Renate cambia, fuori Adobati per infortunio dentro Bonfanti. All’8’ ci prova Maiorino su punizione dal vertice sinistro, facile per Cincilla. Mister Bucchi mette dentro marinaro per Buonaiuto al 21’, risponde il Renate con Cocuzza che rileva l’autore del gol, Spampatti. Succede poco. Al 27’ c’è un ingresso importante, quello di Gerardo Rubino che torna a calcare il campo dopo il grave infortunio che l’aveva tenuto fermo per un intero campionato. Al 33’ il Renate approfitta di un errore dei rossoblu: palla al centro per Florian che davanti alla porta non trova l’impatto col pallone. Ancora cambi: dentro Funari per Marchetti e Scaccabarozzi per Florian per il Renate. Secondo tempo avarissimo di emozioni. La gara termina con una sconfitta ma l’immagine più bella è quella della curva nord che espone lo striscione “Chi perde lottando vince comunque” e saluta così il tecnico Cosco e questo lungo e difficile campionato culminato con una preziosa salvezza.

seftorrescalcio.it

Torres-Renate: 0-1

Mia Immagine