IL PUNTO DI MARCOS

Senza categoria

Mia Immagine

 

IL PUNTO DI MARCOS

dopo la pesante sconfitta casalinga contro l’Hellas Verona

GIANFRANCO ZOLA

Mia Immagine

 

 

A quante siamo? Ormai abbiamo perso il conto delle volte che ci siamo ritrovati, dopo una sconfitta, a raccogliere i pezzi; anche se in effetti è la squadra a dover capire dove vuole arrivare. Così sicuramente si arriva dritti dritti alla B, senza troppi complimenti. Perché una squadra che arranca al terz’ultimo posto, e non può sperare in qualche regalo divino, deve necessariamente giocare col coltello tra i denti, all’ultimo sangue. E invece cosa vediamo? Una squadra stanca, senza idee, che si ricorda quello che deve fare giusto negli ultimi 5’, quando la frittata è ormai bella che fatta e digerita. Il gol del capitano sicuramente ha diminuito lo svantaggio e ha fatto sembrare il risultato più “equilibrato”; ma di fatto per noi è come se avessimo perso 6-0. Perché ancora una volta ce ne siamo andati dal Sant’Elia (che vorrei ricordare, è il nostro stadio DI CASA), senza neanche un punto, con la consapevolezza di aver sbagliato praticamente tutto. La dirigenza presa dallo sconforto più totale ha persino pensato a richiamare Zeman: ma stiamo scherzando? Si ritorna ai tempi del Massimo furioso? Richiamare il boemo non avrebbe alcun effetto benefico, ma creerebbe solo ulteriore confusione tattica nei giocatori. Adesso invece c’è bisogno di chiarezza, di certezze. Se i giocatori non scendono in campo consapevoli delle proprie capacità, e con l’obiettivo ben chiaro in testa, puoi chiamare Ancelotti o Mourinho, ma continueranno a perdere malamente. Certamente Zola dovrà fare un lavoro mentale importante in questi giorni, spiegando che la lotta non è assolutamente chiusa, e che bisogna continuare a tenere la concentrazione massima. Dalla risposta dei rossoblù, capiremo chi sono: ragazzini viziati, o uomini capaci di prendersi le proprie responsabilità. La prima occasione per dimostrarlo non è tra le più semplici: a Marassi con la Samp; i blucerchiati sono in un momento positivo ed è irrealistico pensare di andare lì e metterli a ferro e fuoco. Però si può partire concentrati, sereni, cercando di portare via almeno un punto. Possiamo e dobbiamo provarci!

 

UNA TERRA, UN POPOLO, UNA SQUADRA, FORZA CASTEDDU!!!

 

Mia Immagine