B2. L’Orso graffia la Giovolley, ecco lo spirito giusto per il girone di ritorno

Senza categoria

Mia Immagine

Capo d’Orso Palau – Giòvolley Aprilia 2-3
(16-25, 25-21, 21-25, 25-18, 7-15)

Palau (26/1/2015). Partiamo dalla fine: un applauso collettivo con tutto il palazzetto finalmente entusiasta della prestazione in campo. Le ragazze del Capo d’Orso Palau hanno tirato fuori una prestazione maiuscola proprio in uno dei fine settimana più difficili e dimostrato di voler lottare fino all’ultima palla per guadagnarsi la salvezza.

Mia Immagine

Prima di sabato, la Giòvolley Aprilia seconda della classe aveva perso dei set soltanto in altre due occasioni, uscendo sconfitta solo nella sfida contro l’Alfieri, e sicuramente non pensavano di dover faticare così tanto per avere la meglio sulle palaesi. “Ottima prestazione corale”, conferma a caldo coach Guidarini, visibilmente soddisfatto dell’impegno delle sue ragazze.

10922620_897152923658939_1916257193345002757_nEppure la partita, ultimo turno del girone d’andata, è iniziata con un primo set anonimo, in cui le laziali hanno condotto le danze senza fare nulla di trascendentale portandosi rapidamente sul 16-9 e chiudendo sul 25-16.

Secondo set con l’Orso che prende le redini e inizia a trovare i punti con grande frequenza presentandosi avanti al primo tempo, 8-7, e a contatto al secondo, 16-15 Aprilia, salvo poi trovare il break vincente dal 19 pari al 21-19 e chiudendo sul 25-21 impattando il conto set.

La reazione delle ospiti è veemente e, nonostante i tentativi dell’Orso, il punteggio pende a favore di Aprilia: 8-2 e 16-12 ai tempi tecnici. Le palaesi provano a rientrare in tutti i modi ma le ospiti controllano e chiudono 25-21.

Il quarto set è un concentrato di buona pallavolo e grande agonismo, con tutto il palazzetto che sospinge le ragazze di casa ad una prestazione maiuscola e così è: 8-4 al primo tempo tecnico, 16-11 al secondo. Le ragazze dell’Orso lottano su ogni singola palla, con diversi recuperi strappa applausi: l’apoteosi – dopo oltre mezz’ora – scatta sul 25-18 definitivo che porta al tiebreak.

Quinto set con l’Aprilia che ha lo scatto migliore, acquisendo subito 3 punti di margine sull’Orso, arrivando al cambio campo sul 8-4 e volando via sul 12-6 fino al 15-7 finale.

Un punto incredibile, contro un avversario che sulla carta appariva fuori portata, ma questa è la dimostrazione che giocando con attenzione su ogni palla questo gruppo può fare molto di più di quanto visto in questo girone d’andata, terminato sabato scorso.

Capitan Bassu e compagne finora hanno racimolato 7 punti e si trovano in terzultima posizione con 4 punti da recuperare nei confronti di Serramanna, che al momento occupa la prima posizione utile per la salvezza.

Il compito si preannuncia difficile, ma con prestazioni come quella contro Aprilia la sensazione è che si possa guardare al futuro con più ottimismo. Sabato prossimo campionato in pausa. Orso di nuovo in campo, tra le mura amiche, sabato 7 febbraio: nella prima di ritorno arriva a Palau Alfieri Cagliari, campione d’inverno della B2 girone G.

Ora più che mai: #forzaOrso.

foto: uffstampa CapodOrso // Claudio Inconis

Mia Immagine