B2. Ultima partita del girone d’andata, a Palau arriva l’Aprilia secondo in classifica

Senza categoria

Mia Immagine

orasoPalau (23/1/2015). Il Davide palaese cerca la fionda giusta per abbattere Golia. L’ultimo turno del girone d’andata propone una partita quanto mai impegnativa per le ragazze del Capo d’Orso Palau, che saranno opposte al Giovolley Aprilia.
Per dire due parole sulla squadra in arrivo basta spiegare che è seconda in classifica e unica in grado di tenere il passo dell’Alfieri Cagliari schiacciasassi, da cui è divisa da solo un punto.
Dall’alto dei suoi 30 punti, l’Aprilia ha vinto 10 partite su 11 cedendo solo 5 set: 3 all’Alfieri nel tiebreak perso in terra pontina e 2 al Minturno, comunque sconfitto al quinto set.

Insomma: un avversario da cui sarà difficile tirare fuori punti, ma le ragazze di coach Antonio Guidarini dovranno fare tutto il possibile per uscire dal campo senza rimpianti.
Oltretutto, una prestazione positiva permetterebbe di arrivare al turno di riposo con un pizzico di fiducia in più in vista di un girone di ritorno che partirà con un’altra sfida ad alto quoziente di difficoltà contro la capolista Alfieri Cagliari.

Mia Immagine

claxPer quanto riguarda le partite delle dirette concorrenti dell’Orso, quest’ultimo turno propone al Serramanna (8) la trasferta contro il Modo Settesoli (0) fanalino di coda, mentre il Ladispoli (7) sfiderà in casa la capolista Alfieri (31). Per le palaesi (ferme a 6) sarebbe importante non perdere contatto dalle campidanesi, che al momento occupano l’ultima posizione utile per la salvezza, ma appare difficile che possano perdere punti contro l’ultima in classifica.

La partita contro il Giovolley verrà arbitrata dal primo arbitro Massimiliano Martis Mutzu, sezione di Cagliari, e dal secondo Vladimiro Inconis, sezione di Cagliari. Prima palla alle 15,30.
Come sempre, diretta live su facebook e twitter per chi non potrà esser presente al palazzetto, per tutti gli altri l’invito a non mancare per sostenere #forzaOrso!

foto: uff.stampa Capod’Orso // Claudio Inconis

Mia Immagine