La suggestione della Settimana Santa in Sardegna.

Senza categoria

Mia Immagine

 La Quaresima in Sardegna

 

Mia Immagine

www.auser.sardegna.it  ripropone  il Blog che suggerì Rinalba il 24 febbraio 2009 in occasione dell’avvio del periodo della Quaresima. Mi sembra un tema molto interessante e che può essere ancora ulteriormente approfondito. Allora ci fu   una ricca ed interessante comunicazione da parte di moltissimi visitatori del sito. Proviamo  ad offrire ulteriori contributi.

24 Febbraio 2009
Autore rinalba

Dopo il rito del martedì grasso che si consumerà, nelle forme più varie, in quasi tutti i paesi della Sardegna ( e non solo), domani inizierà, ufficialmente il periodo della Quaresima un periodo penitenziale in preparazione alla Pasqua) con la celebrazione delle Ceneri; é un rito questo molto antico, derivato dalla tradizione giudaica.

Fin dai primi secoli del cristianesimo si parla di penitenza già in uso tra ebrei e pagani. Attraverso vari mutamenti, penitenza pubblica, uso del cilicio, ferrei digiuni…..la Giornata delle CENERI è arrivata fino a noi molto semplificata dalla stessa Chiesa: astinenza e digiuno per maggiorenni sotto i 60 anni ; funzione religiosa durante la quale un segno di croce sulla fronte fatta dal sacerdote col pollice immerso precedentemente nelle ceneri (delle palme  e degli ulivi della scorsa pasqua bruciati) ti ricorda che devi fare penitenza e che sei nato dalla terra e alla terra tornerai…

I miei ricordi di bambina rivedono il mercoledì delle ceneri trascorrere in una casa  silenziosa, poco cibo, o meglio digiuno, e assolutamente niente carne ( erano dispensati i minatori e gli ammalati);  la chiesa assolutamente disadorna, niente musica, e paramenti viola per il sacerdote. Un ricordo di tristezza mista a paura per un qualcosa che non capivo bene ma che presagiva "brutte cose"…..

Ogni venerdì di tutte le settimane fino a Pasqua era caratterizzato dal Digiuno e astinenza dalla carne,e dalla via Crucis….

Ho pensato di aprire questo blog, (con molto timore perchè non credo di essere molto birba!!!) spinta dalla curiosità di conoscere i particolari, di questo periodo, nella nostra isola e NON SOLO: funzioni religiose, riti religiosi e pagani, cibi, preghiere particolari, attività nelle case, nei campi , negli ovili….

Vogliamo provarci? Io so che in ogni zona esistono diverse tradizioni e sarebbe bello raccogliere più informazioni possibili non solo per allargare i nostri orizzonti ma anche per portare avanti il progetto di raccogliere documentazioni e fare una raccolta AUSER….

Fino a Pasqua abbiamo tempo per parlare; ahiò che ce la facciamo ….

Il Blog è arricchito da un video con Elena Ledda che canta in sardo uno dei brani dei Vangeli Apocrifi  di Fabrizio de Andrè e da un altro video  con il canto del Coro di Orolache  ed  immagini della Settimana Santa in Sardegna.

Elena Ledda (tre madri – Sas tres mamas)

S’iscravamentu e s’incontru  Coro di Orilache – Omine – omines


Mia Immagine